vogue uk sublimae

Covid19 e organizzazione dei matrimoni: una nostra storia su Vogue Uk

Ripensare l’organizzazione dei matrimoni dopo il Covid 19, è un impegno e una necessità per tutti gli addetti del settore wedding. La pandemia che ha colpito il mondo intero è stata un duro colpo e ha imposto una brusca frenata. Mentre eravamo con il piede schiacciato sull’acceleratore verso il futuro, abbiamo dovuto tirare improvvisamente il freno a mano. Soprattutto il settore del wedding ha dovuto bloccare tutte le sue attività.

Matrimoni già programmati dalla stagione precedente, tutti rinviati. Masserie e location già prenotate disdette, vestiti da cerimonia riposti nell’armadio, bomboniere rimaste nei cassetti. Il mondo del wedding ha dovuto cambiare impostazioni e strategie logistiche con immensi disagi. Riordinare gli spazi interni ed esterni per rispettare il distanziamento sociale, riorganizzare il numero di invitati viste le defezioni collegate alla paura, viaggi  e difficoltà economiche.

Ne ha parlato in un suo articolo, raccontando la storia di 7 spose, la famosa rivista internazionale Vogue Uk che ha citato noi di Sublimae come Wedding Planner di una delle coppie di sposi che questa estate avrebbe dovuto celebrare il suo matrimonio nella splendida Polignano a Mare.

Leggi l’articolo completo di Vogue UK

Ecco la storia di Rosie e Mike

il-matrimonio-ai-tempi-del-covid-19-rosie-e-mike-story

“Il nostro matrimonio si sarebbe dovuto tenere il 25 luglio alla Masseria Lamacerase vicino a Polignano a Mare, una città della Puglia, nel sud Italia. È un luogo molto speciale, con ulivi e cactus sullo sfondo di pietra bianca e mare scintillante. E il cibo è fantastico. Con l’aiuto del nostro fantastico wedding planner, Giacomo (di Sublimae Weddings), siamo riusciti a realizzare la nostra visione di un matrimonio italiano alla moda… fino a quando il mondo intero non è andato in crisi a marzo causa Coronavirus.  

Il piano era quello di avere il nostro matrimonio civile all’Ufficio del Registro di Southwark il 22 luglio e di volare a Bari il giorno dopo. Avevamo prenotato Lamacerase esclusivamente per il lungo weekend e, con il matrimonio principale che cadeva il sabato, avevamo programmato gli eventi per i nostri 130 ospiti prima e dopo l’evento principale.

L’ organizzazione del matrimonio stesso doveva essere caratterizzato da una festa di antipasti pugliesi, tra cui fritto misto, prosciutti appena tagliati, formaggi tradizionali, un piatto di pasta, un piatto di carne/pesce, e un carrello dei dolci, condito con la torta nuziale. Il tutto sarebbe stato seguito da un ballo tra gli ulivi fino al sorgere del sole e probabilmente da un tuffo in piscina. Ingenuamente, all’inizio dell’isolamento, pensavo davvero che le cose si sarebbero risolte in un paio di settimane e che il nostro wedding day sarebbe stato ancora in grado di andare avanti come previsto. Ma, a maggio, abbiamo formalmente comunicato ai nostri ospiti che avremmo rimandato al 2021.

Per fortuna, Giacomo è stato incredibilmente efficiente nell’aiutarci a scegliere una nuova data che ha funzionato per tutti i nostri fornitori e ospiti. Il mio abito da sposa di Halfpenny London è stato gentilmente conservato da loro fino all’anno prossimo, e sono ancora più entusiasta di indossarlo.  

Mike ed io abbiamo festeggiato quello che doveva essere il nostro giorno di matrimonio con un drink al Forza Wine di Peckham e un delizioso pranzo a tema italiano con la nostra famiglia. Il fatto di essere stata in queste circostanze senza possibilità di scelta mi ha davvero permesso di fare un passo indietro e di fare un bilancio di ciò che è importante – più che pensare ad un matrimonio appariscente. Non potremmo essere più grati per la continua gentilezza e il continuo sostegno da parte di amici e familiari. Ci sentiamo incredibilmente fortunati e pieni d’amore come risultato”.  

Vuoi avere info su come sposarsi in Puglia? clicca qui

 

Leave a Comment

Your email address will not be published.